HOME

La targa più attesa dell'anno:

ad Alassio sabato 1 e domenica 2 aprile

 

Lo slogan “La più amata dagli italiani”, coniato per la Targa d'Oro Città di Alassio, in programma sabato 1 e domenica 2 aprile, è ormai un lontano ricordo, ma resta sicuramente il “La più amata”, perchè non c'è gara che produca nei protagonisti gli stessi sentimenti, la stessa trepidante attesa che si impadronisce di chi si appresti ad andare all'appuntamento con la donna amata. Da quando ha assunto un ruolo internazionale (2008), gli aggettivi si sono sprecati e di volta in volta cambiati, come sono mutati i terreni e le bocce, ma la sessantaquattrenne ha continuato a mostrare immutato tutto il suo storico fascino.

Fascino e successo già decretato dai numeri, che non subiscono defezioni per questo evento davvero speciale ed unico: 311 quadrette aderenti alla Targa Senior, 32 coppie alla Targa Rosa e 27 i tandem partecipanti alla Targa Junior. Vale a dire 1362 giocatori dislocati inizialmente su ben 128 campi da gioco messi a disposizione dalle bocciofile di Albenga, Andora, Arnasco, Borghetto Santo Spirito, Diano Marina, Loano, Pietra Ligure ed ovviamente Alassio con i terreni della Alassina, della Fenarina, dell'Istituto Salesiano Don Bosco oltre al Palaravizza che per l'ottavo anno consecutivo diventerà l'incomparabile scenario delle fasi conclusive.

L'internazionalità è sottolineata dalla presenza di formazioni straniere provenienti da Francia, Principato di Monaco, Svizzera, Spagna, Croazia e Slovenia, presenti anche per la prima volta nella Targa Rosa. Atleti di altissimo livello in rappresentanza di quadrette assai qualificate come il Cro Lyon dei due Amar, Forestier, Negre; il Gap di Bruyant, La Posta, Hescallier, Ribatto; l'Oteb dei Beraud, Brouze, Bourille; il Rumilly di Challamel, Condro, Benoit, Montels. Numerosi anche i giocatori stranieri inseriti in formazioni italiane: Jasmin Causevic e Roland Marcelja schierati per La Capannina con il mitico Mario Suini (10 successi ad Alassio) e Cardano; Silvano Grivetto per i colori del Forno, farà affidamento sugli sloveni Davor Janzic, Dejan Tonejc e Gregan Molicnik.

 

Le più attese sono le quadrette composte dai protagonisti delle fasi conclusive del massimo campionato. Come la Brb, vincitrice della passata edizione, e schierante nuovamente Carlo Ballabene, Fabrizio Deregibus, Daniele Grosso, stavolta con il presidente-tecnico Aldino Bellazzini al posto di Luca Andreoli. O l'altra Brb, quella di Birolo, Beakovic, Ferrero, Remino. O le diverse formazioni della Perosina: quelle di Cavagnaro, Data, Grattapaglia, Nari; di Collet, Longo, Maina, Melignano; di Carlevaro, Carrera, Pastre, Micheletti. O le borgonesi con Agnesini, Anze Petric, Eric Petric, Scassa; Botta, Matteo Mana, Simone Mana, Hozin; Adorno, Capello, Cavallo, Pettigiani. Presenti pure le vincitrici della Targa Rosa 2016, Cristina Fino e Sabrina Frua, stavolta con la maglia della Centallese, e i vincitori della Targa Junior, i vercellesi Gabriele Graziano e Riccardo Marzanati del Jolly Club Buronzo.

Nutrito anche lo schieramento arbitrale. La direzione della 64esima edizione sarà affidata all'internazionale Stefano Trinchero che si avvarrà della collaborazione tecnica di Mario Occelli (rappresentante della Fib Internazionale) e degli arbitri Gianenrico Gontero (comitato di Torino), Claudio Berto, Pietro Ghersi, Cosimo Montemurro, Giuseppe Nappi, Giorgio Panizza (comitato Albenga), Mario Maio, Vincenzo Meinero, Riccardo Pescetto, Fabrizio Rossello (comitato Savona), Vito Costa, Andrea Lombardi e Fausto Ruggeri (comitato Massa Carrara), Sergio Lorenzi, Fausto Saldo, Enzo Solive (comitato Imperia), Ermanna Maja (comitato Genova). La coordinazione tecnica della competizione sarà ancora affidata al loanese Enzo Petenzi.

Tutti in campo alle 8 di sabato 1 aprile, per gli incontri (ad eliminazione diretta) della Targa Senior. Appresso, alle 10 e 30 si consumeranno i 128esimi di finale, e così via sino ai match serali che verranno disputati negli impianti coperti del Palaravizza di Alassio, del Palasport di Albenga, del bocciodromo di Loano e quello di Andora. L'inizio degli incontri della Targa Rosa e della Targa Junior è previsto per le 14 di sabato. Entrambe le competizioni verrano consumate con il sistema a poule sui terreni di Arnasco e dell'Istituto Don Bosco. Domenica 2 palcoscenico unico sarà il Palaravizza per le fasi conclusive. Fasi che inizieranno alle 8 con la disputa degli ottavi della Targa Senior e proseguiranno alle 10 e 30 con i “quarti” delle tre competizioni, e a seguire (14.15 e 16.30) semifinali e finali. Dal mattino le sfide nel Palaravizza saranno riprese dalla diretta streaming di Federbocce, il cui neo presidente Marco Giunio De Sanctis ha assicurato la sua presenza. Il pubblico avrà pure l'opportunità di seguire gli incontri in programma su un maxischermo installato a bordo campo.

 

Le star della Targa d'Oro sono Arrigo Caudera (12 vittorie), Mario Suini (10), Aldo Baroetto (8), Umberto Granaglia (8), Lino Bruzzone (7), Giuseppe Andreoli (6), Flavio Avetta (6), Adriano Aghem (5), Giancarlo Bragaglia (4), Franco Benevene (4), Michelangelo Macocco (4), Nicola Sturla (4). Fra le squadre plurivincitrici: Pianelli Traversa Torino ((8 successi), Brb Ivrea (5), Chiavarese (5), Biellese (3), Fiat (3), Sis Torino (3), Tubosider Asti (3), Nizza Torino (2), Ferrero Caudera (2)

fonte articolo

Commenti   

0 #1 profile 2018-11-01 11:13
Need cheap hosting? Try webhosting1st, just $10 for an year.

Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna